Elso Simone Serpentini
La nature de li cose 
(La felusufìje 'n dialette terramane)

 

Ce sta lu gas?

 

- Mar, ma ce sta lu gas sass tta ?

Qua mma de bbotte se n jte.

- Nan, cazze, manghe qua ce sta!

La fiamme a ngumincite e finte.

 

-Mar, ma tu la bullatte lh pahte?

Pecca je nen so prbbje secre.

Vu ved che me ne s scurdte?

Cale ambo sotte a li cuntatre!

 

-Nan, mo che calave pe li scale

so sapte che lu gas manche a tutte.

Tutta Terme nnu te. Mo va a male

 

tutte lli bbelle pizze, lli bbelle spiante

- Lli fje de mbo pr, lli farabutte,

ma prbbje a Pasque lu gas l levate?

Ci sta il gas?

 

- Maria, ma ci sta il gas su da te?

Qua da me di colpo andato via.

- Nanella, cazzo, nemmeno qua ci sta!

La fiamma si accesa e si spenta.

 

- Maria, ma la bolletta l'hai pagata?

Perch io non ne sono proprio sicura.

Vuoi vedere che me ne sono scordata?

Scendi un po' sotto ai contatori!

 

- Nanella, quando scendevo le scale

ho saputo che il gas manca a tutti.

Tutta Teramo non ce l'ha. Adesso va a male

 

tutte quelle belle pizze, quelle belle spianate...

- I figli di un po' per uno, quei farabutti,

ma proprio a Pasqua hanno tolto il gas?

INDICE

eserpentini@libero.it